• Home
  • Lettere
  • Lettere/ Perché gli arabi stanno a guardare il dramma siriano?

Lettere/ Perché gli arabi stanno a guardare il dramma siriano?

Oggi italyamonews pubblica la lettera di una studentessa algerina, Safia, che si interroga sulle motivazioni che spingono gli arabi a non intervenire nella guerra siriana

 

Qual è il futuro della Siria? Il 2011 è l’anno del cambiamento e della caduta di alcuni regimi arabi come la Tunisia, l’Egitt e la Libia. Grazie all’insurrezione del popolo comincia la rivoluzione anche in Siria, ma qui la situazione è diversa a causa della relazione della Siria con la Russia e l’Iran.

caduta (fall – chute) a causa (because of – en raison)

La Siria adesso vive un bagno di sangue e il mondo sta a guardare senza far niente, in particolar modo gli arabi. La questione siriana è dificile perché la Siria è un paese importantissimo per la Russia e l’Iran e dall’altra parte gli Usa non possono entrare in Siria senza affrontare i russi. Per capire la questione siriana bisogna tornare indietro alla guerra fredda e capire che dopo la caduta del regime di Gheddafi la Russia non può permettere che la stessa cosa succeda in Siria. Ma chi perde davvero in Siria sono i musulmani del SUNH che stanno uccidendo uomini sconosciuti, distruggendo la cultura musulmana e i luoghi del nostro patrimonio artistico, e permettendo lo sfruttamento dell’acqua da parte d’Israele, un problema quest’ultimo che in futuro potrebbe diventare veramente grave. E non voglio dimenticare anche il ruolo della Turchia che sfrutta la situazione siriana per conquistare la benevolenza dell’Europa ed entrare nella comunità europea. Insomma gli arabi non fanno niente per trovare una soluzione e intano donne e bambini vengono uccisi.

bagno di sangue (bloodbath – bain de sang) in particolar modo (especially – en particulier) non può permettere (cannot let – ne peut pas laisser) perde davvero (really loses – perd variament) patrimonio (heritage – patrimoine) sfruttamento (exploitation)  sfrutta (takes adavantage – tire profit) conquistare la benevolenza (endear – se faire aimer) insomma (in short – en bref)

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tags: , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento


Privacy Policy