Archivia per maggio, 2014

asiliare avere,ausiliare essere,esercizi,grammatica italiana,passato prossimo,passato remoto,prima coniugazione,seconda coniugazione,terza coniugazione,verbi irregolari

Pillole/ Passato prossimo o passato remoto? Verbi irregolari

Pillole grammaticali: passato prossimo o passato remoto? I verbi irregolari Al di là delle distinzioni geografiche per cui al nord si usa di più il passato prossimo e al sud il passato remoto, l’uso del passato prossimo o del passato remoto non dipende dalla distanza temporale degli avvenimenti ma dalla collocazione che diamo agli eventi. Usiamo il passato prossimo per esprimere un’azione compiuta che ha legami con il presente. Es: Sabato e domenica si sono svolte le giornate di primavera del Fai (si sono svolte domenica ma ne stiamo dando notizia adesso per la prima volta) Negli anni hanno fatto (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

forma di cortesia,grammatica italiana,imperativo,imperativo negativo

Pillole/ L’imperativo

  Pillole grammaticali : L’imperativo L’imperativo in italiano viene usato per esprimere: Un comando: Ascoltami! Una preghiera: Perdonami! Un consiglio: riposati, sembri stanco! Un’indicazione: gira a destra = Un’istruzione: pelate le patate e tagliatele L’imperativo ha solo due persone la seconda persona singolare (tu) e plurale (voi), Ma attenzione la terza persona singolare (lui/lei) e plurale (loro), sono usate per esprimere l’imperativo formale, cioé con la forma di cortesia (Lei) Es: Mi chiami domani Si può usare l’imperativo anche con la prima persona plurale (noi) in senso di esortazione. Es: Balliamo! L’imperativo ha un solo tempo il presente e il (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

bicicletta,Bruno Contigiani,carcere,condivisione,grammatica,imperativo,India,italiano,lentezza,numero zero,premio,salute,Uganda,Vivere con lentezza

Da Milano a Parigi in bicicletta per celebrare la “lentezza” (B2-C1)

Uno scoglio gli ha fatto cambiare rotta. Quando si è schiantato, d’estate a Chiavari, Bruno Contigiani ha capito che doveva rallentare. Scalare le marce. Godere del presente e smettere di correre dietro al mito di una vita ricca solo se vissuta a cento all’ora. Dopo aver freneticamente collezionato successi ed una brillante carriera professionale, oggi Bruno Contigiani procede lentamente. Presidente e fondatore dell’associazione onlus “L’Arte di Vivere con Lentezza” (http://www.vivereconlentezza.it/)  ha imparato ad assaporare ogni istante, convinto che la vera ricchezza nella vita nasca dalle relazioni umane. La partenza da Milano scoglio (rock – rocher) cambiare rotta (change course – changer (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

a,con,da,di,esercizi,grammatica italiana,preposizioni di modo,su

Pillole/ Le preposizioni di modo

Pillole grammaticali : preposizioni di modo Le preposizioni usate per esprimere il modo in cui una cosa è fatta o detta e una persona è fatta o si comporta in italiano sono cinque: di, con, a, su, da Es: Ottantadue lettere di Giuseppe Verdi scritte di suo pugno all’amico giornalista conte Opprandino Arrivabene tra il 1861 e il 1886 Ha detto con amarezza Giulio Filippo Bolaffi, titolare della casa d’aste L’epistolario del compositore della Traviata è stato, a malincuore, riposto nelle casseforti della casa d’aste Con ardore, nel 1978 scriveva, infatti, all’amico di gioventù Ha scritto il libro su mio (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

asta,Giuseppe Verdi,grammatica italiana,lettere,lingua,politica,preposizioni di modo,vino

Verdi, la politica, l’arte e il vino in ottanta lettere messe all’asta (C1-C2)

Era il pezzo forte dell’asta. Ottantadue lettere di Giuseppe Verdi scritte di suo pugno all’amico giornalista conte Opprandino Arrivabene tra il 1861 e il 1886. Un tesoro inestimabile per gli amanti dell’opera. Eppure sono rimaste invendute. A bloccare la vendita proprio l’alto valore del carteggio su cui la Soprintendenza per i beni culturali ha posto il vincolo di alto interesse culturale decretandone, di fatto, l’impossibilità di smembrarlo e soprattuto di portarlo all’estero. Una decisione che ha quindi impedito a tutti i possibili acquirenti, soprattutto stranieri, di proporre un prezzo per le lettere la cui base d’asta era stata fissata a 150mila euro. (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento


Privacy Policy