Pillole/ L’accordo del participio passato

In italiano il participio passato non resta invariato come in inglese, ma ci sono dei casi in cui va accordato in genere e numero con il soggetto.

1) Quando il verbo prende l’ausiliare essere

Es: Era partito (lui) per una massione di due settimane

Era partita (lei) per una missione di due settimane

Erano partiti (loro) per una missione di due settimane

Maria è arrivata in ritardo

Giovanni è arrivato in anticipo

Nei verbi riflessivi e nei verbi pronominali seguiti da un complemento oggetto, il particpio passato può essre accordato in genere e numero con il soggetto o con il complemento oggetto

Es: La meta che si è prefissata

La meta che ci siamo prefissati

2)In genere quando il verbo prende l’ausiliare avere il particpio passato resta invariato

Es: Il professore ha detto di studiare i verbi

La professoressa ha detto di studiare i verbi

Ma, nel caso in cui il complemento oggetto preceda il particpio passato, quest’ultimo puo’ concordare in genere e numero con esso.

Es: Voglio utilizzare la tazza che hai decorato

Voglio utilizzare la tazza che hai decorata

È, tuttavia, obbligatorio concordare il participio passato con il complemento oggetto quando quest’ultimo è costituito dai pronomi, lo, la, li le.

Es: Hai mangiato la torta? No, non l’ho ancora mangiata

Hai visto le mie penne? Non non le ho viste

ed ecco alcuni link per esercitarsi un po’!

Buon lavoro!

http://www.initalia.rai.it/esercizi.asp?contId=12&exId=119

http://www.initalia.rai.it/esercizi.asp?contId=12&exId=118

http://www.zanichellibenvenuti.it/wordpress/?p=3388

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tags: , , , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento


Privacy Policy