Archivia per ottobre, 2014

Lettere/ Mio nonno mi ha fatto sognare l’Italia sin da bambina

Pubblichiamo la lettera di Amrita, indiana, che racconta come è nata la sua passione per l’Italia. Fai anche tu come Amrita, inviaci la tua lettera, noi la correggeremo, la pubblicheremo e ti invieremo le correzioni in privato. Ciao mondo, sono una studentessa della lingua italiana, mi chiamo Amrita Chaudhuri, sono indiana e vivo a Kolkata. Quando   ero  bambina, mio nonno mi raccontava la storia dell’Italia.  Era una  storia meravigliosa . Mi piaceva tantissimo sentire quei racconti sull’Italia.  Il tempo vola, sono diventata  grande, e ho voluto imparare le lingue straniere….. Ad un certo punto tra diverse lingue ho deciso di (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

aggettivo relativo,basso barisano,basso caveoso,chiese rupestri,Dlomiti lucane,grammatica,grotte,italiano,Pasolini,quale,quali,sassi di mztera,Vangelo secondo Matteo

Dalla preistoria al futuro, Matera volano per la cultura europea (C1-C2)

La piazza di Matera gremita (foto: Il Quotidiano della Basilicata) Quando Steve Green, presidente della giuria internazionale per la selezione della capitale europea della cultura, ha pronunciato il nome di Matera, la piazza è esplosa. Migliaia di materatesi, assiepati davanti ad un maxi schermo, hanno letteralmente fatto salti di gioia. Poco più di sessantamila abitanti, seconda città di una delle regioni meno conosciute e più povere dell’Italia meridionale, la Basilicata (Lucania), Matera, nel 2019, guiderà la cultura europea. Per un anno sarà vero e proprio laboratorio dove far fiorire la cultura, l’industria e la creatività europee. Il riscatto dell’Italia parte, quindi, dal (altro…)

Leggi Tutto 1 Commento

esercizi grammatica,italiano,lingua italiana,participio presente,prima seconda e terza coniugazione,verbo o aggettivo

Pillole/ Il particpio presente

Pillole grammaticali : il participio presente Il participio presente può essere usato come verbo o come aggettivo e varia solo rispetto al numero (singolare/plurale). Si usa come verbo per sostituire una preposizione relativa che esprime un’azione contemporanea a quella indicata dal verbo della preposizione principale Es: Un uomo urlante (che urlava) usci dal negozio Si usa come aggettivo per esprimere uno stato o una qualità intrinseca al nome. Es: Una telefonata urgente Dei libri interessanti Proposta sorprendente Decisione sconcertante Tutele crescenti Il particpio presente si forma unendo alla radice del verbo le tre desinenze ante, ente ente rispettivamente per i verbi (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

ad majiora,carpe dieme,condicio sine qua non,cultura italiana,do ut des,dura lex sed lex,errare humanun est perseverare diabolicum,ex abrupto,ex aequo,hic et nunc,italiano,lingua italiana,MAE,Mala tempora currunt,modi di dire latini,nuovi strumenti comunicazione linguistica,piattaforma digitale,portale lingua italiana,promozione,stati generali lingua italiana,strategia di promozione dell'italiano

In un “Libro Bianco” il futuro della lingua italiana (C1-C2)

Si sono aperti oggi a Firenze, nella suggestiva cornice di Palazzo Vecchio, i lavori degli Stati Generali della lingua italiana nel mondo, l’iniziativa voluta dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione internazionale in collaborazione con Ministero dell’Istruzione e quello dei Beni Culturali per approfondire le strategie di diffusione dell’italiano all’estero e fare il punto sulle nuove sfide da affrontare. Non un evento celebrativo, quindi, ma un momento di incontro e riflessione tra i diversi soggetti (scuole e università, docenti e allievi, studiosi, ricercatori, enti gestori dei corsi per le comunità italiane all’estero, Ambasciate, Consolati, Lettorati e Istituti Italiani di Cultura) coinvolti nell’azione di (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

alfabeto,conversazione guidata,esercizi,italiano,tavola,vignette

Didattica/ La lingua italiana si puo’ imparare a tavola e assaporarla con “gusto”

Imparare l’italiano con gusto, intorno ad una tavola imbandita con buoni piatti tradizionali. È la scommessa di “Italian language dinner table”, il programma di apprendimento dell’italiano messo a punto da Natalia Olivieri a Milano. L’idea è semplice quanto originale: coniugare l’amore per la lingua italiana e per il buon cibo in un’atmosfera rilassata e informale che favorisce l’apprendiemtno in modo quasi inconsapevole. Come ad una normale cena tra amici si può cominciare con le presentazioni (che danno lo spunto per fare lo spelling e rivedere l’alfabeto) e, successivamente,  con l’aiuto di materiale didattico, ampliare la discussione per mettere in pratica alcune (altro…)

Leggi Tutto 1 Commento


Privacy Policy