Archivia per febbraio, 2015

Arancia Meccanica,bombetta Malcol McDowell,costumista Milena Canonero,esercizi,grammatica italiana,Gustav Klimt,Hugh Hudson,Il Gran Budapest Hotel,italiano,la parola magari,Oscar,Stanley Kubrick,Wes Anderson

Poker di statuette per la costumista italiana Milena Canonero (B2-C1)

Milena Canonero stringe la statuetta subito dopo la proclamazione (foto Il Post) Ha fatto poker la costumista Milena Canonero. Unica italiana nominata agli Academy Awards 2015 è riuscita a portare a casa il quarto Oscar per i migliori costumi del film “The grand Budapest Hotel” di Wes Anderson. Torinese, classe 1946, la costumista italiana aveva già vinto il riconoscimento più ambito del cinema per i costumi del film Barry Lyndon di Stanely Kubrick, per Momenti di Gloria di Hugh Hudson e per Marie Antoniette di Sophia Coppola. Timida e modesta, Milena Canonero, che dopo gli studi di moda e arte (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

Pillole/ Dittongo, iato e divisione in sillabe

Nella divisione in sillabe l’incontro di due vocali rappresenta sempre qualche problema. La regola tuttavia per una corretta sillabazione è semplice. Se le due vocali sono un’aspra (a, e, o) e una dolce (i, u) formano un dittongo e quindi sono inseparabili, due vocali aspre insieme formano uno iato e vanno separate. Esempi: dinosAUro = dittongo di no sau  ro inflUEnza = dittongo = in fluen za mAEstra = iato = ma e stra cooperazione = iato = co o pe ra zio ne Attenzione nel caso in cui la vocale dolce sia accentata anche il dittongo va separato MarIA = (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

Carlo Goldoni,carnevale venezia,Casanova,Colombina,Commedia dell'arte,Il Bauta,Leonardo Faggian,mascheraio,maschere

Venezia, i segreti delle maschere tradizionali (B2-C1)

Visi dipinti, piume, merletti e abiti sfavillanti in questi primi giorni di febbraio hanno colorato le calle di Venezia. I festeggiamenti per il Carnevale, inizati il 31 gennaio, si concluderanno oggi con la premiazione della maschera più bella sul palco del Gran Teatro allestito in Piazza San Marco. Un rituale antichissimo che ogni anno richiama nella città lagunare centinaia di migliaia di persone pronte ad abbandonarsi al gioco, allo scherzo e all’illusione di vestire i panni di qualcun’altro. Proprio come nel 1200 quando i veneziani cominciarono ad approfittare del Carnevale per trasgredire tutte le rigide regole della Repubblica Serenissima.  piume (feathers (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

Arlecchino,B1-B2,Brighella,Carnevale,Colombina,coriandoli,italiano,lettura,maschere,Pantalone,stelle filanti

Letture/ Tutte le tradizioni del Carnevale (B1-B2)

Arlecchino La lettura è tratta dal sito http://www.litalianoperte.com/ dove potete trovare molto altro materiale Le stelle filanti e i coriandoli colorano l´aria e un’ondata di buon umore si diffonde per le strade, soprattutto per i bambini. In questo periodo dell´anno, si può fare di tutto, è l’effetto del Carnevale: un’antica festa, che ogni anno ritorna, per divertire grandi e piccoli. La parola Carnevale deriva dal latino “carnem levare” cioè “togliere la carne”, perché con l´arrivo del Carnevale si preannuncia l’inizio della Quaresima, un periodo di tempo in cui, per la religione cattolica, non si può mangiare carne fino all’arrivo della Pasqua. (altro…)

Leggi Tutto 2 Commenti

avverbi di luogo,ci e vi,grammatica italiana,italiano,particelle

Pillole/ La differenza tra CI e VI avverbi di luogo

Nell’articolo http://italyamonews.com/2015/01/28/a-san-saba-la-musica-copriva-le-urla-degli-ebrei-bruciati-vivi-b2-c1/ si legge ad un certo punto: “Il campo era sottoterra e vi si accedeva da una scala metallica”. Vi in questo caso è un avverbio di luogo e vuol dire ivi/lì. Ha lo stesso significato di ci (Noi ci andiamo), ma allora perché si usa vi e non ci? La risposta è molto semplice. Ci è più colloquiale mentre vi è più formale. Ci si usa soprattutto nel parlato o in uno scritto poco formale (lettera tra amici). Se si scrive un tema, un articolo, un saggio è preferibile usare vi, considerato più elegante.   Per saperne di più (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento


Privacy Policy