• Home
  • Letture
  • Letture/ Ruolo e poteri del Presidente della Repubblica

Letture/ Ruolo e poteri del Presidente della Repubblica

Sergio Mattarella, dodicesimo Presidente della Repubblica italiana

Sergio Mattarella, dodicesimo Presidente della Repubblica italiana eletto il 31 gennaio

L’Italia è una Repubblica parlamentare dal 1946. Il Presidente della Repubblica è il capo dello Stato e rappresenta l’unità nazionale. Per questo si pone al di sopra delle posizioni politiche ed è garante della Costituzione. La sede della presidenza della Repubblica è il Quirinale, dove il presidente alloggia nel corso del suo mandato.

Il Presidente della Repubblica è eletto, con scrutinio segreto, dai “ grandi elettori ”: cioé dal Parlamento in seduta comune (Deputati e Senatori) a cui si aggiungono 3 delegati di ogni regione (1 per la Val d ’Aosta). Nelle prime tre votazioni occorre la maggioranza qualificata ( 2/3 dei componenti dell ’ assemblea). Dopo il terzo scrutinio basta la maggioranza assoluta (metà +1 dei componenti dell ’ assemblea).

scrutinio segreto (secret ballot – scrutin secret) mandato (term – mandat ) alloggia (stays – habite) seduta comune (joint session – session conjointe)  occorre (is required – est necessaire)

Per diventare Presidente della Repubblica non occorre essere un politico. Ogni cittadino italiano può essere eletto se in possesso dei tre requisiti necessari: la  cittadinanza italiana, più di 50 anni d’età e  godimento pieno dei diritti civili e politici. Una volta eletto il Presidente della Repubblica resta in carica 7 anni al termine dei quali può essere rieletto. Nel corso del settennato il Presidente della Repubblica può esercitare i propri poteri nei confronti del Parlamento, del Governo e della Magistratura.

requisiti (requirements – exigences)  cittadinanza (citizenship – nationalité) in carica (in office – en fonction)

Il Quirinale

Il Quirinale

Nei confronti del Parlamento promulga le leggi, nomina 5 senatori a vita, indice le elezioni delle Camere, può sciogliere anticipatamente le Camere, può inviare messaggi motivati alle Camere, indice il referendum. Nei confronti del Governo avvia le consultazioni per la formazione del nuovo esecutivo, nomina il Presidente del Consiglio e i Ministri, su proposta del Presidente del Consiglio, accoglie il giuramento del Governo, emana i decreti legge, i decreti legislativi e i regolamenti governativi ed ha il comando delle forze armate. Nei confronti della magistratura,  presiede il Consiglio superiore della Magistratura, nomina 5 giudici della Corte costituzionale, concede la grazia (provvedimento di clemenza che estingue la pena).

nomina (appoints – nomme) indice (calls – organize)

sciogliere (dissolve – dessoudre) avvia (initiate – commence) giuramento (swearing – serment) emana (enact – adopte) presiede (chairs – préside) concede (gives – donne)

Il Presidente della Repubblica è sempre responabile per gli atti compiuti fuori dell’ esercizio delle sue funzioni, mentre non è responsabile per gli atti compiuti nell’esercizio delle sue funzioni, salvo che  per: attentato alla Costituzione e alto tradimento. Casi in cui può essere messo in stato di accusa dal Parlamento in seduta comune, a maggioranza assoluta dei suoi membri, ed essere giudicato dalla Corte Costituzionale integrata con 16 cittadini, sorteggiati da un elenco predisposto ogni 9 anni dal Parlamento in seduta comune.

salvo che (except for – à exception de) alto tradimento (treason – trahison) messo in stato di accusa (empeachement – mis en accusation)

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tags: , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*


Privacy Policy