Modi di dire con la parola “casa”

Modi di dire: A Riace l’accoglienza è di casa. È quello che si legge all’inizio dell’articolo “Integrazione, a Riace l’utopia diventa realtà” in cui si parla di come un intero paese calabrese abbia accolto centinaia di immigrati regalando loro la prospettiva di un futuro migliore. Ma cosa vuol dire “a Riace l’accoglienza è di casa”? Si tratta di un modo di dire molto usato per dire che qualcuno o qualcosa ha molta familiarità con qualcos’altro.

Es: Giovanni al teatro è di casa, ci va praticamente quasi ogni sera

Questo non è l’unico modo di dire con la parola casa. Vediamone altri :

Riportare a casa la pelle: ritornare vivi da qualche avventura rischiosa

Es: È stato molto fortunato a riportare a casa la pelle

Sentirisi a casa propria: sentirsi a proprio agio

Es: Sentiti a casa tua, mettiti comodo.

Metter su casa: comprare casa

Es: Abbiamo deciso di metter su casa.

Un uomo/donna casa e chiesa: persona che non ha altri interessi

Es: La mia vicina è una donna casa e chiesa.

Avere un cuore grande quanto una casa: si dice di una persona molto generosa

Es: Sofia ha un cuore grande quanto una casa.

Non sapere dove sta di casa: si dice di qualcuno che dimostra con le proprie azioni di non essere all’altezza della situazione

Es: Mario la buona educazione non sa dove sta di casa.

Cominciare la casa dal tetto: si dice di una persona poco organizzata

Es: Mio fratello è il tipo che comnicia la casa dal tetto.

A casa di Cristo: si dice di un luogo molto lontano

Es: Ci hanno portati a casa di Cristo.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento


Privacy Policy