• Home
  • grammatica italiana

Posts Taggati ‘grammatica italiana’

forma di cortesia,grammatica italiana,imperativo,imperativo negativo

Pillole/ L’imperativo

  Pillole grammaticali : L’imperativo L’imperativo in italiano viene usato per esprimere: Un comando: Ascoltami! Una preghiera: Perdonami! Un consiglio: riposati, sembri stanco! Un’indicazione: gira a destra = Un’istruzione: pelate le patate e tagliatele L’imperativo ha solo due persone la seconda persona singolare (tu) e plurale (voi), Ma attenzione la terza persona singolare (lui/lei) e plurale (loro), sono usate per esprimere l’imperativo formale, cioé con la forma di cortesia (Lei) Es: Mi chiami domani Si può usare l’imperativo anche con la prima persona plurale (noi) in senso di esortazione. Es: Balliamo! L’imperativo ha un solo tempo il presente e il (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

a,con,da,di,esercizi,grammatica italiana,preposizioni di modo,su

Pillole/ Le preposizioni di modo

Pillole grammaticali : preposizioni di modo Le preposizioni usate per esprimere il modo in cui una cosa è fatta o detta e una persona è fatta o si comporta in italiano sono cinque: di, con, a, su, da Es: Ottantadue lettere di Giuseppe Verdi scritte di suo pugno all’amico giornalista conte Opprandino Arrivabene tra il 1861 e il 1886 Ha detto con amarezza Giulio Filippo Bolaffi, titolare della casa d’aste L’epistolario del compositore della Traviata è stato, a malincuore, riposto nelle casseforti della casa d’aste Con ardore, nel 1978 scriveva, infatti, all’amico di gioventù Ha scritto il libro su mio (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

asta,Giuseppe Verdi,grammatica italiana,lettere,lingua,politica,preposizioni di modo,vino

Verdi, la politica, l’arte e il vino in ottanta lettere messe all’asta (C1-C2)

Era il pezzo forte dell’asta. Ottantadue lettere di Giuseppe Verdi scritte di suo pugno all’amico giornalista conte Opprandino Arrivabene tra il 1861 e il 1886. Un tesoro inestimabile per gli amanti dell’opera. Eppure sono rimaste invendute. A bloccare la vendita proprio l’alto valore del carteggio su cui la Soprintendenza per i beni culturali ha posto il vincolo di alto interesse culturale decretandone, di fatto, l’impossibilità di smembrarlo e soprattuto di portarlo all’estero. Una decisione che ha quindi impedito a tutti i possibili acquirenti, soprattutto stranieri, di proporre un prezzo per le lettere la cui base d’asta era stata fissata a 150mila euro. (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

centesimo,grammatica italiana,numeri ordinali,primo,secondo

Pillole/ I numeri ordinali

Pillole grammaticali: i numeri ordinali In italiano, i numeri ordinali indicano l’ordine di successione e sono variabili nel genere (maschile e femminile) e nel numero (plurale e singolare). Es : primo, prima, primi, prime, secondo, seconda… I primi dieci hanno una forma particolare: primo, secondo, terzo, quarto, quinto, sesto, settimo, ottavo, nono, decimo I successivi si formano aggiungendo il suffisso –esimo al numero cardinale, che di solito perde la vocale finale: undici= undicesimo, quindici= quindicesimo, cento= centesimo, ma, quando la vocale finale è accentata allora non cade: ventitré=ventitreesimo, trentatré = trentatreesimo. 100° centesimo, 200° duecentesimo, 462° quattrocentosessataduesimo, 3000° tremillesimo, 10.000° diecimillesimo, (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

esercizi,grammatica italiana,superlativo assoluto

Pillole/ Il superlativo assoluto

Pillole grammaticali: il superlativo assoluto Il rumore delle città della pianura padana, é lontanissimo. In italiano ci sono quattro modi per esprimere il superlativo assoluto. Nell’articolo troviamo la forma più semplice e conosciuta, vale a dire l’aggiunta del suffisso -issimo all’aggettivo: lontano= lontanissimo grande = grandissimo antico = antichissimo Ma il superlativo assoluto si puó formare anche: 1) Molto + aggettivo molto lontano, molto bella , molto grande, molto antico da notare che in questo caso molto è invariabile e che molto puó essere sotituito da assai (soprattutto nel sud Italia), tanto, parecchio 2) aggettivo + suffisso errimo questa forma (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento


Privacy Policy