Posts Taggati ‘nemmeno’

affermazione,bambini,barcone,centro astalli,grammatica italiana,guerra,iran,iraq,italiano,mare nostrum,marina militare,migrantes,migranti,morti nel mediterraneo,nave affondata,neanche neppure,negazione,nemmeno,non...non,scafista,somalia,strage

Ancora morti nel “Mare Nostrum”, agenzie umanitarie in allarme (C1-C2)

Una barcone carico di migranti nel mare Mediterraneo Quando arrivano sono esausti. Hanno gli occhi sgranati nonostante la stanchezza e i volti segnati dalla paura. Si muovono come fantasmi sulle banchine. Sono troppi, sempre di più i migranti che attraversano il Mediterraneo per scappare dalla guerra e dalla fame. E sono tanti, troppi, quelli che non arrivano mai. In soli tre giorni, (tra il 14 e il 16 settembre) ottocento sono stati inghiottiti dal mare sopraffatti dalle onde a cui avevavo affidato il loro futuro. È successo in un attimo. L’ennesima tragedia tra le acque. Sulla quale, però, si allunga lo spettro dell’omicidio (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

doppia negazione,grammatica,italiano esercizi,mai,mica,neanche,nemmeno,neppure,niente,non

Pillole/ la doppia negazione e uso di neanche, neppure, nemmeno

Pillole grammaticali: la doppia negazione e uso di neanche, nemmeno e neppure La doppia negazione si usa quando niente, più o mai seguono il verbo che viene fatto precedere da non Es : Non vuole più vedere violenza negli stadi Non ho visto niente in cantina. Non mangio più la pasta Non vanno mai al ristorante? Anchegli avverbi NEANCHE, NEMMENO, NEPPURE, se messi dopo il verbo, hanno bisogno della negazione NON. Se invece sono posti prima del verbo la doppia negazione non si usa. Es: Nemmeno Paola è andata al ristorante = Non è andata al ristorante nemmeno Teresa. Neppure (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

doppia negazione,grammatica italiana,italiano esercizi,neanche,nemmeno,neppure,partita,Roma,sicurezza,stadio,tifoso,ultrà

Tifoso ferito a Roma, c’erano una volta gli ultrà…(B2-C1)

 Lotta ancora tra la vita e la morte, Ciro Esposito, il giovane ultrà del Napoli rimasto gravemente ferito sabato scorso negli scontri tra tifoserie nei pressi dello stadio Olimpico a Roma. Sottoposto già a due interventi chirurgici, le sue condizioni migliorano ma restano gravissime, fanno sapere i familiari dall’interno del Policlinico Gemelli mentre fuori, in città, infuria la polemica. A sette anni dalla morte dell’ispettore capo di polizia Filippo Raciti, ucciso nel 2007 proprio nel corso di scontri al termine della partita Catania-Palermo, sotto accusa è nuovamente la mancanza di sicurezza fuori e dentro gli stadi in occasione di partite (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento


Privacy Policy