Carlo Goldoni,carnevale venezia,Casanova,Colombina,Commedia dell'arte,Il Bauta,Leonardo Faggian,mascheraio,maschere

Venezia, i segreti delle maschere tradizionali (B2-C1)

Visi dipinti, piume, merletti e abiti sfavillanti in questi primi giorni di febbraio hanno colorato le calle di Venezia. I festeggiamenti per il Carnevale, inizati il 31 gennaio, si concluderanno oggi con la premiazione della maschera più bella sul palco del Gran Teatro allestito in Piazza San Marco. Un rituale antichissimo che ogni anno richiama nella città lagunare centinaia di migliaia di persone pronte ad abbandonarsi al gioco, allo scherzo e all’illusione di vestire i panni di qualcun’altro. Proprio come nel 1200 quando i veneziani cominciarono ad approfittare del Carnevale per trasgredire tutte le rigide regole della Repubblica Serenissima.  piume (feathers (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

avverbi di luogo,ci e vi,grammatica italiana,italiano,particelle

Pillole/ La differenza tra CI e VI avverbi di luogo

Nell’articolo http://italyamonews.com/2015/01/28/a-san-saba-la-musica-copriva-le-urla-degli-ebrei-bruciati-vivi-b2-c1/ si legge ad un certo punto: “Il campo era sottoterra e vi si accedeva da una scala metallica”. Vi in questo caso è un avverbio di luogo e vuol dire ivi/lì. Ha lo stesso significato di ci (Noi ci andiamo), ma allora perché si usa vi e non ci? La risposta è molto semplice. Ci è più colloquiale mentre vi è più formale. Ci si usa soprattutto nel parlato o in uno scritto poco formale (lettera tra amici). Se si scrive un tema, un articolo, un saggio è preferibile usare vi, considerato più elegante.   Per saperne di più (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

antologia MeBook,Cacao amaro,dittolngo,donne,esercizi,grammatica,iato,italiano,Martina De Cas,Nicaragua,ostetrica,sillabe

Racconti e poesie nella prima antologia “social” di MeBook (B2-C1)

La foresta silenziosa. Una baracca. Una barbie senza un braccio. E il dolce danzare di una bambina appesantito da un passato crudele ed un futuro già  segnato. “Maria Valle”, racconto di Martina dei Cas, vincitore del concorso letterario “Summer Reading” promosso dll’associazione “Fahrenheit 451” e dalla piattaforma MeBook (www.mebook.it), è una storia che colpisce l’anima del lettore. La commuove. La scuote impedendogli tuttavia di piangere. Perché di fronte alla povertà e alla miseria del Nicaragua non si può piangere, si deve agire. Proprio come le due protagoniste del racconto. Un’ostetrica italiana in missione in Nicaragua ed una ragazza madre nicaraguense che per (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

Pillole ortografia: L’apostrofo

Abbiamo già visto come e quando si usa l’apostrofo con gli articoli indeterminativi http://italyamonews.com/2014/10/16/pillole-gli-articoli-indeterminativi-e-lapostrofo/. Vediamo adesso qual è la regola dell’apostrofo con gli articoli determinativi, con alcune forme verbali, forme abbreviate ed espressioni. L’apostrofo deve essere sempre usato: -con l’articolo lo e le preposizioni articolate formate con lo quando si trovano davanti ad un nome che inizia con una vocale. Es: L’uomo che hai visto è mio fratello Questo è il cappello dell’uomo che è scappato inoltre gli aggettivi bello e quello davanti a nome che inizia per vocale seguono la regola dell’articolo determinativo. Es: bell’amico; quell’amico -con l’articolo la e (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento

costituzione,elezioni,presidente della repubblica,ruolo

Letture/ Ruolo e poteri del Presidente della Repubblica

Sergio Mattarella, dodicesimo Presidente della Repubblica italiana eletto il 31 gennaio L’Italia è una Repubblica parlamentare dal 1946. Il Presidente della Repubblica è il capo dello Stato e rappresenta l’unità nazionale. Per questo si pone al di sopra delle posizioni politiche ed è garante della Costituzione. La sede della presidenza della Repubblica è il Quirinale, dove il presidente alloggia nel corso del suo mandato. Il Presidente della Repubblica è eletto, con scrutinio segreto, dai “ grandi elettori ”: cioé dal Parlamento in seduta comune (Deputati e Senatori) a cui si aggiungono 3 delegati di ogni regione (1 per la Val (altro…)

Leggi Tutto Nessun Commento


Privacy Policy