Pillole/ Presente storico

Pillole grammaticali: Presente storico

L’articolo presenta un cambio di tempo. Mentre la prima parte relativa al concerto é scritta al passato, la seconda é scritta al presente pur raccontando fatti del passato. È un errore?

Assolutamente no! L’uso del presente nella seconda parte si chiama presente storico utilizzato soprattuto nei racconti e nello stile giornalistico è, tuttavia, sempre più presente anche nella lingua parlata.

Ma perché usare il presente per raccontare il passato? Usando il presente si esprime un’attualizzazione dei fatti aumentando il grado di coinvolgimento del lettore o ascoltatore.

Es: Eugenio Bennato nasce a Napoli il 16 marzo del 1948. Laureato in fisica, è uno dei fondatori della Nuova Compagnia di canto popolare

Autore di diverse colonne sonore, continua a fare sperimentazione e ricerca

In queste frasi se si fosse usato il passato non sarebbe stato sbagliato, ma la distanza tra il lettore e i fatti raccontati sarebbe stata più ampia e il lettore sarebbe stato meno coinvolto emotivamente.

Capita spesso anche quando si parla di dire: Ieri mi é successa una cosa strana. Sono davanti alla gioielleria e chi vedo uscire dal negozio?! Il marito di mia cugina con una donna….Raccontare alcuni fatti al presente è come riviverli e farli rivivere alla persona che ci ascolta.

Ecco alcuni link interessanti di Rai educational per capire meglio l’uso del presente storico e il link all’articolo relativo a questa pillola grammaticale.

http://italyamonews.com/2014/03/20/balla-la-nuova-italia-con-la-musica-popolare-di-eugenio-bennato-c1-c2/

http://www.initalia.rai.it/parole.asp?contId=402

Buona lettura e buon ascolto!

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento


Privacy Policy