Pillole/ Quando “quale” è aggettivo relativo

Pillole grammaticali : quando QUALE è aggettivo relativo

“Non a caso è stata scelta da importanti registi quali Mel Gibson e Pier Paolo Pasolini che qui ambientarono rispettivamente “La passione di Cristo” e il “Vangelo secondo Matteo…” http://italyamonews.com/2014/10/24/dalla-preistoria-al-futuro-matera-volano-per-la-cultura-europea-c1-c2/

La maggiorparte degli studenti stranieri di fronte a questo uso particolare di quale/quali ha molte difficoltà, al punto che il più delle volte la frase in cui è presente non viene capita. Si cerca il nome a cui si riferisce, ma non lo si trova. Eh già perché in questo caso quale/quali non è pronome relativo ma un aggettivo relativo con significato di: nelle condizioni che, come quello che, come per esempio o della qualità di.

Es: Il colore, quale lo vidi (come quello che vidi), non è lo stesso

I lavori, quali voi li vedete (nelle condizioni in cui li vedete), non sono terminati

Uomini di stato, quali Falcone e Borsellino (come per esempio), dimostrarono molto coraggio

Importanti registi, quali Mel Gibson e Pier Polo Pasolini (della qualità di), la scelsero come set

Più comunemente nel linguaggio parlato si usa QUALE per indicare la funzione o l’incarico in virtu del quale qualcuno agisce in un dato modo.

Es: Quale (in qualità di) responsabile dei lavori, spetta a lui l’ultima parola sulla chiusra del cantiere

Spesso QUALE si trova in correlazione con TALE

Es: Il risultato del test non fu tale, quale ci si poteva aspettare.

Nel linguaggio comune tale e quale si sua, soprattuto, nel significato di identico.

Es: Sei tale e quale tuo padre

Buono studio!

Ringrazio Michele Rainone del blog http://www.linkuaggio.com/ per la consulenza su questa pillola grammaticale

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tags: , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento


Privacy Policy