Modi di dire con la parola rima

Nel dizionario la parola rima è definita come un’analogia di suono della vocale accentata alla fine, fra due o più parole poste a breve distanza, di norma alla fine di un verso poetico. Le rime possono essere incrociate, baciate, alternate a seconda dello schema metrico della poesia. Nel linguaggio quotidiano questa parola la si ritrova in due modi di dire molti comuni nell’italiano parlato. Eccoli!

Rispondere per le rime è un modo di dire che pare risalga al medioevo quando si usava gareggiare con botta e risposta in rima. La gara prevedeva, infatti, che le rime della risposta ripetessero quelle della proposta. Oggi nell’uso comune rispondere per le rime vuol dire reagire, replicare in modo vivace e senza complimenti a quanto è stato detto in maniera scortese, a un’osservazione sgradita e simili. Anche controbattere punto per punto affermazioni poco convincenti

Es: E decide di rispondere per le rime , facendo un lungo elenco di figure femminili virtuose e intelligenti

Giovanni ha risposto per le rime al suo collega che voleva rubargli il progetto

Cantare in rima: dire qualcosa in modo molto chiaro ed esplicito. Anche dover ripetere più volte un’affermazione, un ordine, un invito e simili. Spesso scherzoso o ironico.

Es: Vedi di cantare in rima, altrimenti nessuno ti capisce!

Ma te lo devo cantare in rima per farmi capire?

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tags: ,

Lascia un commento

Blocco spam di WP-SpamShield


Privacy Policy